Normativa CRS

 

Dal 1° gennaio 2016 è in vigore in Italia la normativa CRS (Common Reporting Standard), introdotta nel nostro ordinamento attraverso il Decreto di attuazione della Legge n. 95 del 18 giugno 2015 e della Direttiva 2014/107/UE per quanto riguarda lo scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale.

 
Il CRS è un nuovo standard globale per lo scambio automatico di informazioni tra le Autorità fiscali dei Paesi aderenti con riferimento ai conti finanziari rilevanti che ha l’obiettivo di individuare e scoraggiare l’evasione fiscale internazionale da parte di residenti stranieri che, direttamente o indirettamente, investono all’estero attraverso Istituzioni Finanziarie straniere.
 
Le Società del Gruppo AXA, destinatarie della normativa in quanto istituzioni finanziarie operanti in Italia (Paese aderente), dovranno identificare la propria clientela e raccogliere le informazioni necessarie a determinare la residenza fiscale dei propri clienti.
 
Sono oggetto di segnalazione all’Agenzia delle Entrate i clienti che risultano essere non fiscalmente residenti sul territorio italiano. 
 
Le Società del Gruppo AXA provvederanno in ogni caso all’acquisizione/aggiornamento dei dati identificativi dei clienti al fine di determinarne l’effettivo status di contribuente estero.
 
Per maggiori dettagli si rimanda ai siti istituzionali delle competenti autorità.